Agricoltura

Nell'Astigiano si anticipa la vendemmia

Certo l'anticipo stagionale della vendemmia. La qualità è invece legata all'incognita meteorologica

La vendemmia nell'Astigiano è alle porte: se la qualità è legata ancora all'incognita meteorologica, l'anticipo stagionale è, infatti, ormai certo. Secondo il calendario ipotizzato da Coldiretti, si dovrebbe cominciare a raccogliere le uve Chardonnay dopo Ferragosto, verso il 20, per passare, attorno al 25, alle uve Moscato. La raccolta delle uve a bacca nera delle varietà più precoci partirà nei primi giorni di settembre e la vendemmia clou, quella della Barbera d'Asti, sarà anticipata a metà settembre, sempre considerando qualche precipitazione. "Gelo, siccità e grandine hanno lasciato il segno, ma non hanno ancora decretato l'aspetto qualitativo generale dell'annata", afferma il presidente di Coldiretti Asti, Roberto Cabiale. Sulla qualità tutto dipende dalle piogge. Con qualche buona precipitazione si potrebbero avere acini più grandi, più pesanti e oltre al grado, che i tecnici dicono comunque garantito, anche migliori profumi ed aromi (fonte Ansa).

Categoria:

Regione: