Caso Ceste

Si inventa chat con Elena Ceste: condannato a 10 mesi

Durante il corso delle indagini aveva fornito false informazioni agli inquirenti dopo essersi presentato spontaneamente dalle forze dell'ordine

Condanna di dieci mesi per Vito Ruggiero, quarantenne savonese, per aver fornito false informazioni al pm durante le indagini per la morte di Elena Ceste. E' in corso il processo d'appello all'imputato Michele Buoninconti, condannato in primo grado a trent'anni per l'omicidio della moglie. All'epoca della scomparsa della donna, Ruggiero si presentò spontaneamente dagli inquirenti fornendo documenti che attestavano una sua conversazione con la signora Ceste. In quelle conversazioni la donna avrebbe confidato il rapporto contrastato con il marito. La chat è poi risultata falsa e l'uomo è così stato condannato a dieci mesi dal giudice Andrea Martinetto del tribunale di Asti.

Categoria: